Nintendo vuole sfornare best seller da 30 milioni di copie ogni 3-5 anni

di Gabriele Congiu

Con l’avvicinarsi della fine del ciclo vitale di Nintendo Switch, la casa di Kyoto si prepara ad affrontare una nuova generazione di console che, con tutta probabilità, prenderà il via nel corso del 2025. La sfida è più impegnativa che mai, in quanto quella che sta per concludersi potrebbe essere la miglior generazione di sempre per Nintendo, visto che Switch sta raggiungendo i 155 milioni di console vendute totalizzato da PS2 e si prepara ad un sorpasso storico che renderà la piattaforma ibrida giapponese la console più venduta nella storia.

Nel 2017 nessuno si sarebbe aspettato qualcosa di simile – specialmente considerando da dove veniva Nintendo in quegli anni -, tuttavia questo risultato incredibile è stato possibile grazie ad una delle migliori librerie software mai viste, che hanno portato a vendite individuali davvero senza precedenti per molte saghe storiche della casa di Kyoto.

Nintendo questo lo sa e pare che anche uno dei suoi uomini chiave – il papà di Mario, Zelda, Donkey Kong e non solo -, Shigeru Miyamoto, sia conscio dell’enorme potenziale che hanno i titoli dell’azienda, al punto di aspettarsi che questa sia in grado di sfornare un best seller da oltre 30 milioni di copie ogni 3-5 anni.

Nintendo punta in alto

La volontà di perseguire questo obiettivo ambizioso è emersa nel corso di un’intervista rilasciata per il portale giapponese 1101, alla quale hanno preso parte sia il già citato Miyamoto che Shigesato Itoi (autore della serie Mother). Potete trovare il testo integrale dell’intervista (tradotto) dal link in Fonte, ma il punto centrale riguarda proprio la dichiarazione di Miyamoto, il quale sottolinea che:

Se potessimo realizzare un grande successo ogni 3-5 anni, sarebbe una cosa molto positiva. Potremo farcela se ogni dipendente pensasse ogni giorno a creare una grande hit.

Incalzato sul cosa considerasse effettivamente una grande hit, Miyamoto ha confermato che il suo target sono 30 milioni di copie, sottolineando come per Nintendo il singolo milione di copie vendute non sia più così significativo come un tempo.

Non tutto può essere una “grande hit”

Ovviamente questo non significa che il mancato raggiungimento di questo obiettivo debba essere considerato un fallimento, dal momento che lo stesso Miyamoto ci tiene a precisare che lo sviluppo dei giochi non può essere spinto solo dall’avidità di raggiungere determinati risultati finanziari, ma deve essere pensato prima di tutto valutando una situazione di pareggio finanziario realistico. C’è tutto lo spazio per progetti minori, che vengono quindi concepiti sin dall’inizio come titoli che puntano a raggiungere il mezzo milione di copie o poco più.

Anche Itoi conferma questa visione, aggiungendo che un ragionamento troppo incentrato sul risultato finanziario può portare esattamente ad un esito diametralmente opposto, ovvero la perdita di tempo e denaro su un titolo portato avanti nel modo sbagliato.

La sfida per Switch 2

In attesa di capire quali saranno i titoli di prossima generazione a raggiungere dei risultati simili, uno sguardo a quelli ottenuti dall’attuale Nintendo Switch ci permette di scoprire che i giochi che hanno superato 30 milioni di copie sono 4. In particolare si tratta di:

  • Mario Kart 8: Deluxe (61,97 milioni)
  • Animal Crossing: New Horizons (45,36 milioni)
  • Super Smash Bros: Ultimate (34.22 milioni)
  • The Legend of Zelda: Breath of the Wild (31,85 milioni)

Ognuno di questi titoli, ad eccezione di Mario Kart, rappresenta un unicum per la rispettiva serie, dal momento che New Horizons è stato spinto così in alto dalla situazione anomala in cui versava il mondo in quegli anni (ricordiamo che è uscito proprio ad inizio pandemia), Smash Ultimate presenta un cast e una completezza che molto difficilmente torneranno a breve nella serie e Breath of the Wild è stato il capolavoro assoluto che capita ogni 10-15 anni, quindi impossibile da bissare con estrema facilità.

Resta quindi da capire quali saranno le saghe e i titoli in grado di generare la prossima generazione di best seller Nintendo, ma questa è una domanda che troverà risposta solo tra qualche anno.

Fonte, Via

CONDIVIDI

Facebook
LinkedIn
WhatsApp

SEGUICI SUI SOCIAL

ULTIMI ARTICOLI

CATEGORIE

Benvenuto su Esports Academy

Scopri la nostra Academy a breve ci saranno tantissime notizie riguardanti corsi e coaching per la stagione 24/25

Non invieremo spam, solo offerte importanti e novità.
Puoi annullare l’iscrizione in qualsiasi momento.

Benvenuto su Esports Academy

Scopri la nostra Academy a breve ci saranno tantissime notizie riguardanti corsi e coaching per la stagione 24/25

Non invieremo spam, solo offerte importanti e novità.
Puoi annullare l’iscrizione in qualsiasi momento.